Promozione – Entusiasmo Acquedolci, arrivano altri quatro soci “ancora più competitivi”

Per l’Asd Acquedolci, in questi giorni, si vivono momenti di fermento in vista della prossima stagione calcistica 2019/2020. La dirigenza ha da sempre costituito il fiore all’occhiello di questa straordinaria realtà e, come ogni anno, con una nota sui social, annunciano con orgoglio l’ingresso nella compagine societaria di quattro nuovi elementi; Salvo Oriti, Santo Scaffidi Fonti, Benedetto Todaro e Klaudio Rakipi.

Salvo Oriti, Santo Scaffidi Fonti, Benedetto Todaro e Klaudio Rakipi.

Giovani e vulcanici imprenditori che sapranno fornire il loro valido supporto ad una dirigenza che viaggia sempre con il vento in poppa. Questo nuovo assetto societario non sarà l’ultimo e non sarà definitivo; si stanno valutando nuove richieste di ingresso e, a breve vecchi e nuovi dirigenti, nell’ambito di un’assemblea plenaria, che dovrebbe svolgersi nei primi giorni di luglio, decideranno eventuali conferme o rinnovi in ordine alle cariche societarie ed alla composizione del direttivo. Dopo tre promozioni ed una finale storica ripartiamo con tanto entusiasmo dicono in coro i dirigenti acquedolcesi. Tante le proposte, tante le richieste per entrare a far parte della nostra società, tanti i progetti ancora sul tavolo. Sul lato tecnico, dopo la riconferma dell’allenatore Pippo Perdicucci, si deve costruire la rosa che, già da ora, deve fare i conti con l’addio di Giacomo Bontempo, che ha annunciato la decisione di non giocare più.

Si dovrà lavorare per allestire una squadra di qualità che possa confermarsi o migliorare la stagione appena conclusa: “Siamo felici, ci dice il presidente Giuseppe Rosignolo di aver costruito un gruppo di grandi giocatori, di professionisti di tante brave persone. Nel calcio si cercano le vittorie ma è anche aggregazione e sviluppo sociale, quindi è importante il rapporto umano tra le persone”. Abbiamo avuto tanti giocatori che si sono trovati bene e noi con loro, quindi – conclude Rosignolo – per la composizione della rosa della prossima stagione si partirà da chi, in questi anni, ci ha dato grandi soddisfazioni. Poi, come ben si sa nel calcio può succedere di tutto, ma se l’obiettivo sarà quello di riprovarci allora dovremo fare un buon lavoro e una squadra ancora più competitiva. Abbiamo tanti aziende, tanti sponsor che ci aiutano e vogliono continuare, altri che vogliono entrare e avvicinarsi al nostro progetto. Ancora è presto per prendere decisioni e noi abbiamo sempre lavorato senza fare il passo piò lungo della gamba per garantirci il futuro”.

Salvatore Calà

Precedente Prima Categoria - Rivoluzione Sfarandina, incertezza Futura Successivo Promozione- Il Sinagra si gode il "Premio Giovani"