L’Umbertina inaugura il suo terzo campionato di Prima Categoria con una sconfitta

I rossoneri nell’esordio ufficiale  della nuova stagione  incappano in una sconfitta interna con la Treese Brolo. Un 0-1  che matura però in maniera immeritata, perché gli umbertini non hanno dato l’impressione di poter rischiare,  anche se specie nel primo tempo non hanno mai dato quella sensazione di mettere alle corde l’avversario.

Gli alibi però non mancano, per il semplice fatto che la prima è tradizionalmente un’incognita, perché si devono ancora perfezionare certi meccanismi, una giusta intesa tra i compagni e i carichi di lavoro  durante la preparazione devono essere smaltiti. Nella sfida di oggi, Piero Mancuso è costretto a sacrificare sull’altare dell’11 titolare Di Pani, questo  non tanto per una precisa scelta tecnica bensi perché il tecnico sant’agatese ha dovuto mettere obbligatoriamente in campo lo juniores Tommaso Musarra. In più la sfida odierna ha segnato il debutto della nuova coppia difensiva formata da Rakipi e Letizia, che insieme alternano esperienza, leadership e senso della posizione e saranno coloro su cui il tecnico di Sant’Agata farà  maggiore affidamento per tutto il campionato insieme a Montalbano, Samuel Franchina e D’Agati, tre elementi che ormai rappresentano lo zoccolo duro della squadra rossonera. La partita, dopo un primo tempo abbastanza bloccato e privo di vere occasioni da rete, si sblocca nella ripresa.

I rossoneri sullo 0-O hanno una chiarissima opportunità di sbloccare il risultato quando, sugli sviluppi di un cross dalla destra, Moltalbano di testa mette nelle condizioni Musarra di battere a rete, ma questi si fa sull’ultimo da un difensore della formazione brolese. La Treese di contro ha avuto di difendersi egregiamente e di sbloccare il risultato intorno al minuto 25 della ripresa. In tal caso, l’azione del vantaggio brolese è sembrata viziata da un sospetto fuorigioco dell’11 ospite, anche se le colpe vanno assegnate  in parte al reparto difensivo umbertino  che ha lasciato libero l’esterno della Treese che con un tiro ad incrociare.

L’ingresso di Di Pani nella ripresa, è sembrato come quello che poteva forse ridare una certa vitalità al reparto avanzato e cosi è sembrato almeno nei primi minuti in campo dell’esterno offensivo. Dai suoi piedi è infatti nato il calcio d’angolo che ha prodotto lo stacco di Samuel Franchina al centro dell’area con la palla che è andata a sfiorare la  parte alta della traversa. Al triplice fischio, la sconfitta lascia sicuramente l’amaro in bocca agli umbertini, che adesso saranno chiamati  ad una voglia di riscatto nella sfida di domenica prossima a Montagnareale.(D.S.)

Danilo Scurria

Precedente Formula Uno - Gran Premio del Giappone: a Daniel Ricciardo la palma del migliore Successivo La Sfarandina perde di misura a Falcone. Risultato che non rende merito ai biancorossi