Castell’Umberto – La Sfarandina passa in vantaggio ma trova solo il pareggio

Sfarandina 3                        Stefanese        3

Marcatori: 19’ Pintaudi, 27’ e 33’ Re, 54’ Carbonetto, 70’ Lombardo, 83’ Mignacca

Sfarandina: Paterniti 6, Pocina 6 (55’ Catalin 7), Manera C. 6,5 (75’ Neri), Mignacca 7, Carcione D. 6, Di Giorgio 6,5, Conogenova 6, Mangano 6, Pintaudi 7, Nibali 6,5 (46’ Lombardo 7) Raineri N. 7. All. Conti 6,5

Stefanese: Papa 6.5, Cianciolo 6, Negrone 6, Buonocore G.6, Russo 7 (75’ Buonocore R.), Veneroso 6,5, Cesarino 7 (79’ Grillo 6), Pecoraro 6, Carbonetto 6,5, Re 7, Cortese 6. All. Reale 6

Arbitro: Grasso di Acireale 7

sfarandinaCastell’Umberto: Finisce pari e patta l’incontro tra la Sfarandina e la Stefanese. Per la compagine biancorossa, che era passata in vantaggio, la fatica non certo facile di dover rimontare addirittura due reti. I ragazzi di mister Conti, partivano bene, colpendo nei minuti iniziali della gara, anche una traversa con Pintaudi. Quest’ultimo, comunque, aveva maggior fortuna al 19’ quando su assist di Nibali, deposita la palla in rete.

I stefanesi del tecnico Reale, non si perdevano d’animo ed al 27’ con Re, pareggiano i conti. Lo stesso, giocatore ospite si ripeteva al 33’ realizzando la sua doppietta personale ed il vantaggio sulla Sfarandina. Nella ripresa, le reti per la Stefanese diventano tre con il goal “facile” di Carbonetto al 54’.

I padroni di casa, che non intendono lasciare punti agli avversari, al 58’ colpiscono una traversa con Catalin, poi ci provano su punizione di Mignacca parata da Papa fino ad arrivare al 70’ con il goal di Lombardo che accorcia le distanze. All’83’ arriva anche il pareggio con Mignacca che deposita una punizione in rete. Nel finale di gara, all’89’ si sfiora il 4-3 con Carcione D. che dal limite sfiora i legni della traversa.

Salvatore Calà

Precedente Caprileone - Il rocca e L'Igea Virtus non si fanno male Successivo Ricc Volley Brolo vs Elettronica Cicala Palermo: la partita del riscatto!