Crea sito

Asd Acquedolci – Ventiquattro giocatori in questa prima fase, ma ci saranno ancora movimenti

La compagine biancoverde continua la preparazione, ad oggi conta ventiquattro giocatori ma, come spiega il direttore Dino Granata, ci saranno ulteriori movimenti. “Restiamo vigili sul mercato, cerchiamo ancora una pedina per definire la nostra rosa, un difensore. Ci sarà anche qualche partenza perché siamo numericamente in molti”.

Continuano intanto le amichevoli per i biancoverdi di mister Perdicucci, domenica la vittoria al Merendino contro la Torrenovese per 4-0 con doppietta di Truglio ed una rete a testa di Todaro e Genovese. Mercoledì al Fresina un ottima prestazione con un pareggio contro il Città di Sant’Agata. Primo tempo chiuso 0-1 per i biancoverdi con goal di Pavisich. Secondo tempo che vede il pareggio su rigore di Abayan, il nuovo vantaggio con Genovese ed il pareggio finale di Cicirello. Le due amichevoli hanno lasciato buone sensazioni all’entourage acquedolcese, “nonostante i carichi di lavoro e le gambe pesanti si sono viste due ottime prestazioni – continua Granata – segno che abbiamo intrapreso la strada giusta.

L’Asd Acquedolci ha puntato come tutti gli anni nel settore giovanile, il responsabile Oriti ha voluto fortemente puntare sui giovani del paese. Le categorie vanno dai primi calci fino agli allievi, oltre il sacrosanto divertimento si tende a creare una figura di giocatore con determinate qualità umane e fisiche e con un identità ben definita.

Intanto, in vista dell’esordio di Coppa contro la grande rivale l’Igea 1946, che probabilmente si giocherà il prossimo 20 settembre, sul sintetico dell’Enzo Vasi di Gliaca di Piraino, il tecnico Perdicucci, non nasconde, che tra arrivi e partenze, almeno altre tre elementi serviranno alla causa, a cominciare da un buon centrale difensivo.

Intanto, come tutte le società dilettantistiche siciliane, il pensiero di ogni presidente va verso la presenza del pubblico alle gare. In ogni caso, comunque sarà consentita esclusivamente nei settori degli impianti sportivi dove è possibile assicurare la prenotazione e l’assegnazione preventiva del posto a sedere, con adeguati volumi e ricambi d’aria e con distanza interpersonale di almeno un metro”.