Serie A – Il mercato delle milanesi con Keità e Bakayoko

Dopo Politano e Laurato Martinez, Keità Balde. Il reparto offensivo dell’Inter dopo gli arrivi dell’ex Sassuolo e della promessa argentina, si è quindi arricchito con l’innesto del giocatore senegalese. L’ufficialità dell’affare che ha portato in nerazzurro l’ex laterale offensivo della Lazio, è arrivata nel pomeriggio di ieri. Keita approda a Milano sponda neroazzurra con la formula del prestito sulla base di cinque milioni e con il diritto di riscatto fissato a 34.

Il suo arrivo va quindi ad aggiungere più imprevedibilità e fantasia nel reparto offensivo interista, in più il suo apporto, oltre agli assist che può sfornare per esaltare le capacità realizzative di Mauro Icardi, può arrivare anche dal suo punto di vista realizzativo, come dimostrano  le sedici reti messe a segno con la maglia della Lazio nell’ultimo campionato disputato, che gli hanno permesso di attirare le attenzioni del Monaco durante la scorsa stagione quando è stato prelevato dai monegaschi. La stagione nel Principato da parte del senegalese, è stata un po’ al di sotto delle aspettative, cosa che lo ha spinto a ritornare in Italia dopo solamente una stagione di militanza in Ligue 1 . Il suo innesto nel reparto neroazzurro permette di avere a Luciano Spalletti una freccia in più nel proprio arco, con il tecnico di Certaldo che può permettersi la facoltà di applicare più sistemi di gioco. Detto che il 4-2-3-1 rappresenterà il sistema di riferimento dei neroazzurri in questa stagione, allo stesso tempo non è però escluso che si possa fare ricorso al 4-3-3 con Perisic e Keita che andranno ad affiancare Mauro Icardi come terminale offensivo, cosa che potrà permettere l’arretramento di Naingolan in mediana, dove i nerazzurri acquisirebbero nell’ipotesi più copertura e solidità. Dal debutto di domenica in campionato, avremo quindi le prime risposte.

 

Adesso è ufficiale. Bakayoko è un giocatore del Milan. L’ingaggio del giocatore francese è stato quindi portato a termine nella giornata di oggi, con l’ufficialità dell’approdo dell’ex Chelsea in maglia rossonera con la formula del prestito con diritto di riscatto. Bakayoko dopo Caldara e Higuain, rappresenta il terzo innesto portato a termine dai rossoneri sotto la gestione Leonardo, simbolo evidente di come l’insediamento del brasiliano insieme a Paolo Maldini ci siano tutte le intenzioni di tornare ai vertici dopo alcune stagioni da comprimari, dove il piazzamento in Europa League è stato il massimo risultato possibile. Il centrocampista francese va quindi a rinforzare la mediana rossonera, infatti le sue caratteristiche tecniche descrivono quelle del centrocampista centrale dotato di un’ottima tecnica di base e di una forza fisica straripante.

Gennaro Gattuso nel nuovo Milan di questa stagione, potrebbe schierarlo in tutte le posizioni del centrocampo a tre,  sia da frangiflutti davanti alla difesa che da mezz’ala in entrambi i lati, conseguenza che insieme al suo alter ego Kessie, potrebbe permettere più libertà d’azione e di manovra a Lucas Biglia, quando l’argentino sarà chiamato a smistare il gioco in cabina di regia e a garantire delle perfette verticalizzazioni per gli attaccanti. Quel che è certo, è che i rossoneri si stanno muovendo nel migliore dei modi nel tentativo di migliorare il sesto posto conquistato nello scorso campionato ed ambire a ritornare nelle prime quattro della serie A, circostanza propedeutica ad un ritorno in Champions League dopo l’ultima apparizione nel marzo 2014, quando i rossoneri vennero eliminati dall’Atletico Madrid negli ottavi di finale di quell’edizione della massima competizione europea per club.

Danilo Scurria

Precedente MotoGp - Il Gran Premio d’Austria si tinge ancora per la terza volta consecutiva di rosso Ducati Successivo Formula Uno - Alla fine Fernando ha deciso di dire "Addio"