Promozione – Per l’Acquedolci settimo successo e primato confermato

Acquedolci     1                      Bagheria        0

Marcatori: 32’ pt Naro

Acquedolci: Russo 6.5, Travaglia 6, Aiello 7, Naro 7.5 (21’ Mercurio), Siracusa 7, Monastra 7, Bontempo 7, Carbonetto 6.5 (29’ st Di Pietro 6.5), Iuculano 6.5 (20’ st Blogna 6.5), Frisenda 6.5, Calafiore 7.5. All. Perdicucci 7

Bagheria: Milani 8, Gagliano, Accomando 6 (37’ st Alioto sv), Nave 5.5 (28’ st Graziano 6), Alletto 6, Sardina 6.5, Fomuso, De Lisi 6, Lo Coco 6 (17’ pt Gagliano 6.5), Aiello 6, Di Cara 6 (1’ st Aggiato 6). All. Di Bella  6

Arbitro: Grassi di Forli

Note: Espulsi De Lisi e Nave del Bagheria

Acquedolci: Sette su sette e testa della classifica anche dopo questa giornata di campionato. Il primo vero esame della stagione, l’Acquedolci lo supera bene dato che ospitava il Bagheria,  squadra favorita, almeno sulla carta,  per la conquista del primato nel girone, assemblata per il salto di categoria. Ma, i locali di Perdicucci che  lamentavamo assenze importanti come quelle di Galati,

Ph Adolfo Susio

De Francesco e De Prisco, sicuramente pedine fondamentali del reparto difensivo, hanno fatto bene ugualmente. Il risultato finale ha dato infatti, ragione alla compagine acquedolcese che, alla lunga, ha dimostrato di saper tenere bene il campo e gestire, con non poche difficoltà, il risicato vantaggio. Grande merito agli ospiti che hanno dato dimostrazione di grande forza fisica e tecnica, anche se, per la cronaca non hanno mai seriamente impensierito l’estremo difensore Russo. La cronaca è di marca locale, con azioni che creano paura al Bagheria. Al 20’ il primo tentativo di Carbonetto con un colpo di testa a cui risponde da applausi Milani che salva.

Ph Adolfo Susio

Lo stesso giocatore ci prova al 30’ ma il suo tiro deviato da un difensore verso la rete, viene salvato ancora dal portiere. Al 32’ dopo una serie di tentativi infruttuosi, sugli sviluppi di un calcio piazzato il giovante talentuoso Mirko Naro, raccoglie una palla dentro l’aria e lascia partire un fendente incrociato con il quale nulla può l’estremo difensore ospite.

Nella ripresa, i primi 10’ di gioco sono tutte di marca ospite, che mettono sotto i locali, ma che non riescono ad essere pericolosi sottoporta. Iuculano, Monastra e Blogna, sciupano tre limpide palle gol a tu per tu con il portiere bagherese nella parte finale della gara. Tre punti preziosi che permettono  di blindare il primato in classifica in solitaria, dal momento che la Cephaledium non molla un millimetro.

Salvatore Calà

Precedente Formula Uno - Daniel Ricciardo, a caccia di un altro bel piazzamento importante Successivo Formula Uno - Daniel Ricciardo: gli incubi ed il karakiri di ieri sera in Texas