Promozione – L’Acquedolci riprende la marcia con i sigilli di Calafiore e Iuculano

Acquedolci     2         Casteldaccia              0

Marcatori: 14’ st Calafiore (rig.), 47’ st Iuculano

Acquedolci: Chiaramonte sv, Travaglia 6,5 (7’ st Bontempo 7), Aiello 7, Naro 7, Calafiore 7, Monastra 7 (45’ st Alessandro sv), Cariolo 6 (30’ st Carbonetto 7), Gullà 6 (7’ st Iuculano 7), Di Pietro 6,5 (7’ st Collura 6), Frisenda 6, Galati 8. All. Perdicucci   7

Casteldaccia: Conticelli 7, Blandino 6, Giglio 5,5, Noto 5,5, Barone 6, Castelli 6, Cannatella 6, Vasile 6 (1’ st Gagliano 6), Longo 6 (19’ st Breganze 6,5), Lo Re 5.5, Girgenti 6,5 (39’ st Rosone sv). All. Sorci  6

Arbitro: Papaserio di Catania  6

ph Adolfo Susio

Acquedolci: Davanti ai propri sostenitori l’Asd Acquedolci torna a vincere dopo il suo primo passo falso della gara esterna contro la Santangiolese. Partita tirata, giocata bene dai ragazzi di Perdicucci che però hanno trovato un buon avversario che è riuscito a contenerli almeno fino al 14’ della ripresa. Al Latteri – Scaffidi, la cronaca parte dal 7’ con Cariolo che cerca di sorprendere l’estremo difensore ospite, ma la sua girata di testa e debole e Conticelli para. Si passa al 10’ con una punizione del solito Calafiore che sfiora solo il palo della porta del Casteldaccia. Al 16’ è la volta di Cariolo che sempre di testa spizzica la sfera verso la rete, ma la palla sfiora solo il palo.

Il Casteldaccia, cerca timidamente di costruire qualche azione, per arrivare dalle parti di Chiaramonte, ma il centrocampo e la difesa locali, fanno buona guardia. Al 35’ Gullà pur leggermente defilato fa partire un tiro che va oltre il perimetro di gioco. Al 40’ forse l’occasione più ghiotta del primo tempo, arriva sui piedi di Monastra, che da distanza ravvicinata, spedisce la palla alle stelle. Nella ripresa, al 5’ Cariolo dal limite lascia partire un siluro che deviato da un difensore ospite diventa insidioso per il portiere Conticelli che riesce a deviare la palla sulla traversa. Ma a cambiare le sorti della gara, sono sicuramente le sostituzioni di Perdicucci che butta nella mischia Bontempo, Collura, Alessandro e Carbonetto. Al 10’ Monastra con un delizioso pallonetto riesce questa volta a beffare il portiere ospite, ma non la traversa, sulla quale si infrange la palla che sbatte sul corpo del portiere e torna in gioco.  Al 14’ Carbonetto (tra i migliori in campo ndc) si procura il calcio di rigore, che viene realizzato da solito bravo Calafiore.

La compagine biancoverde, potrebbe trovare subito il raddoppio, ma spreca diverse limpide occasioni in contropiede con Iuculano, Monastra e Carbonetto.  In pieno recupero, sugli sviluppi dell’ennesima azione di contropiede, Iuculano scappa al controllo degli avversarsi e palla al piede si invola e trafigge il bravo portiere ospite, che in uscita non può stavolta evitare la rete del raddoppio per la formazione di casa. La testa della classifica al momento resta alla Cephaledium che in virtù della vittoria nel difficile derby contro il Lascari, conserva il primato. Passo falso di qualche inseguitrice, vedi il Bagheria che è stata sconfitta in casa dalla Torrenovese.

Per l’Acquedolci a 10 punti, di quest’ultima, messa in archivio la gara di ieri, la testa è già al prossimo turno. Domenica prossima in programma c’è, infatti, la delicata e difficile trasferta sul campo dell’agguerrito Milazzo.

Salvatore Calà

Precedente Gioiosa Marea - Svelato il logo degli italiani di marcia. Prima prova del CdS, valida come Campionato Tricolore Successivo Promozione - Rocca di Capri Leone: esonerato Lombardo...arriva Bontempo!