Promozione – L’Acquedolci perfetta macchina schiacciasassi!

Acquedolci     2          Supergiovane Castelbuono 0

Marcatori: 27’ pt e 18’ st Carrello

Acquedolci: Caserta 6,5, Crascì 6,5, Aiello 7, Collura E. 6,5, Zingales 7, Di Pietro 6,5 (39’ pt Addamo 6,5), Truglio 6 (11’ pt Collura M. 6,5), Iuculano 7,5, Carrello 8, Frisenda 7 (30’ st Galati G. 6,5), Alessandro 7 (14’ st Scaffidi Argentina 6,5). All. Perdicucci

Supergiovane Castelbuono: Cicero G. 6,5, La Paglia 5,5, Pappalardo S. 6 (30’ st Campo 6), Urso 6, La Iuppa 5,5, Rotondi 6, Sowe 5,5 (33’ st Alesi 6), Castiglia 6 (25’ st D’Ippolito 6), Antista 6, Cicero R. 6 (30’ st Gennaro 6), Di Salvo 5,5. All. Tilotta

Arbitro: Buzzone di Enna 6

Sant’Agata Militello: Sul neutro del Biagio Fresina, non c’è stata storia con solo l’Acquedolci a punteggio pieno con cinque vittorie consecutive che è trascinata da un irresistibile Ninni Carrello che sigla una personale doppietta ma non chiude il conto con i legni, ben 8 in 5 partite. Sul fronte opposto la Supergiovane Castelbuono in 90’ si fa vedere solo due volte in zona attacco con Caserta che para, le due intenzioni da rete. Per il tecnico Perdicucci, comunque, squadra da modificare, vista l’assenza di Tindaro Calabrese, dall’inizio e poi in corso d’opera con Truglio che al 20’ viene colpito allo zigomo da una gomitata di Antista ed è costretto a lasciare il campo per essere soccorso e subire 5 punti di sutura. La cronaca, parte comunque dal 18’ con   Iuculano che viene atterrato in area da La Iuppa. Buzzone indica il dischetto, dagli undici metri c’è lo specialista Crascì che stavolta non riesce a mandare alla spalle di Cicero. Al 27’ Zingales conclude dal limite, il portiere manca l’intervento in tuffo, sulla traiettoria si trova Carrello tocca la palla quanto basta per farle superare la linea di porta: gol assegnato con qualche polemica degli ospiti.

Carrello festeggiato dalla panchina

Al 28’ a creare paura la prima azione dei palermitani che impegnano Caserta nel suo primo intervento.  Al 41’ Zingales serve egregiamente Carrello che lascia partire una botta che sfiora il palo. Nel finale ancora incursione di Carrello in area, questa volta il tiro è respinto da un ottimo estremo difensore ospite. Si passa al secondo tempo, ma la musica non cambia o meglio a suonarla è sempre la compagine cara al presidente Rosignolo, che al 13’ costruisce una bella  azione corale, Frisenda, Carrello e Alessandro; tiro di quest’ultimo e anche questa volta l’estremo difensore palermitano si supera. Al 18′ lancio millimetrico di Iuculano per Carrello che salta il portiere e insacca all’angolo opposto. Al 20′ ci prova Crascì, ma il suo tentativo, debole, finisce nelle braccia dell’estremo difensore ospite. Al 22’ a cercare la sua tripletta della giornata è un “grande” Carello che da oltre 30 metri fa partire una bolide che si schianta sul palo alla destra del portiere del Castelbuono che era rimasto fermo a metà porta. Al 43’ per i locali c’è il tentativo di Collura M. dal limite sopra la traversa. Al 44’ a chiudere la gara il tiro di Gennaro debole nella braccia “rilassate” di Caserta. Al triplice fischio finale, l’appuntamento con il taglio della torta nella nuova sede dell’Acquedolci.

Salvatore Calà  

Precedente Il Citta di Galati avanza in Coppa Sicilia : rifilato un poker alla Futura Brolo. Successivo Sesto posto per Ricciardo in Giappone : riscattate le deludenti gare di Singapore e Sochi