Promozione – Il punto sul girone nell’ultima di andata

Nella quindicedima ed ultima giornata d’andata, il Gangi viene fermato in casa dalla Santangiolese (1-1, Christian Traviglia illude gli ospiti, Ferrante rimette a posto le cose), ma saluta il 2017 da leader del Girone B.

Per la formazione allenata da Comito, un punto senza infamia e senza lode, che equivale al conseguimento del simbolico titolo di campione d’inverno, sebbene con un punto interrogativo: i diretti rivali del Geraci, a – 3 di ritardo, non sono scesi in campo contro la Folgore Sant’Agata per le pessime condizioni del “Biagio Fresina”, ridotto ad una vera e propria risaia dalle abbondanti piogge delle ultime ore (il match verrà recuperato in data da destinarsi).

I madoniti avranno la concreta possibilità di agganciare la vetta qualora battessero i santagatesi, che hanno vissuto una settimana molto tormentata. Venerdì pomeriggio, il club, con una nota diramata alla Lega Calcio, aveva annunciato il ritiro dal campionato per motivi economici, salvo fare retromarcia, il giorno seguente, e decidere di onorare la stagione con un rimpasto societario, un nuovo allenatore in sostituzione di De Maria (che verrà scelto a breve dalla dirigenza) ed un organico composto da un mix di giocatori provenienti dalla rappresentativa Juniores e dall’Asd Football Village, società “satellite” della Folgore che milita nei quadri federali della Serie D di Calcio a 5. Tornando al calcio giocato, sul terzo gradino del podio si riconferma il Don Carlo Misilmeri, costretto allo stop interno dalla Stefanese, che, grazie ad un acuto di Cracco’, si allontana da pericolose situazioni di classifica.

Vincenzo Cracco’ della Stefanese (foto di Gaetano Catania)

Chiudono la zona play – off il Bagheria Città delle Ville, in bianco con il Real Finale, e la new – entry Lascari, che travolge 5-1 il Villabate (doppiette di Minà e Cordova, poi La Vardera e, per gli ospiti, La Barbera). L’Acquedolcese sprofonda nella tana di un Pro Tonnarella rinvigorito dalla cura di mister Cataldi, che s’impone 4-1. La Spada, Mantarro, Crifo’ e Rappazzo mettono al tappeto i biancoverdi, a segno inutilmente con Pizzuto. In zona salvezza, equa divisione della posta in palio tra Sinagra e Città di Gangi. Al “Barone Salleo”, finisce 1-1: a Ndiaye risponde il sinagrese Liuzzo. Primo giro di boa da dimenticare, infine, per il Gioiosa, che strappa un buon pari ad “occhiali” sul campo de L’Iniziativa, ma non riesce a schiodarsi dall’ultimo posto.
Gino Pappalardo

 

Precedente Sant'Agata Militello - La Folgore getta la spugna, ritirandosi dal torneo Successivo Sinagra - Ripartono bene i giallorossi che vincono contro una diretta avversaria