Promozione – Festa Sinagra nel finale, notte fonda per il Gioiosa

Polisportiva Gioiosa             0          Sinagra          2

Marcatori: 35’ st Liuzzo, 42’ st Natalotto

Polisportiva Gioiosa : Paratore 6, Tripi 5.5, Cucuzza 5.5 (33’ st Florio sv), Gaglio 6, Pizzo 6 (43’ st Patti sv), Cottone 6, Puliafito 5.5 (19’ st Costantino 6), Scarbaci, Sciliberto 6.5, Gumina 6, Aiello 5. All. Laurà  6

Sinagra: Bonfiglio 6, Giuffre 6.5, Bongiovanni 6, Saccà 6, Liuzzo 7 (43’ Bucale sv), Fogliani 6, Gaudio, Amante 6.5 (46’ st Ratto), Scivolone 6 (20’ st Natalotto 7), Radici 6.5 (40’ st Mangano sv), Tranchita 6.5 (28’ st Battagliolo 6). All. Sardo Infirri 6.5

Arbitro: Accetta di Barcellona P.G.  6,5

Gioiosa Marea: Notte fonda per i granata. Al comunale, infatti, arriva la quinta sconfitta consecutiva (la settima se si considera anche la coppa ndr) contro i cugini del Sinagra che invece salgono a quota 9 in classifica in attesa del derby casalingo contro la Santangiolese in programma sabato prossimo al “Barone Salleo”. Una partita brutta, quella vista ieri, con poco convinzione da parte di entrambi le squadre e con poche idee nella costruzione di azioni degne di portare a mettere la palla in rete.

Sinagra sotto gli spalti che appaudono i propri tifosi

Ad aprire la cronaca al 4’ Radici che calcia sopra la traversa. Al  Amante tutto solo davanti a Paratore calcia centralmente e il portiere di casa devia sopra la traversa. Al 12′ Amante lanciato a rete non trattiene la sfera che finisce sul fondo. Al 19′ la prima vera azione dei padroni di casa con Sciliberto che dal limite spedisce la  sfera fuori misura. Al 22′ Amante batte la punizione al limite dell’area sulla barriera gioiosana. Al 26′ presunto tocco di mani di un difensore locale in mischia su testata di Amante, ma l’arbitro fa proseguire.

Al 41′ ad allontanare dalla rete la palla dopo un mischia, Giuffrè. Nella ripresa al 3′ Liuzzo a due metri dalla porta calcia debolmente verso il portiere. Lo stesso giocatore al 15′   dribbla due avversari, ma calcia debolmente. Al 21′ finisce a terra Amante, si reclama per il rigore, ma l’arbitro non concede per presunto fuorigioco. Al 35′ Liuzzo in area sfrutta un pallone vagante e piazza la sfera in rete. Nel finale al 42′ raddoppia Natalotto con una botta su passaggio di Amante.

Salvatore Calà

Precedente Formula Uno - Per il messinese Ricciardo rabbia e delusione durante le qualifiche Successivo Calcio - Risultati e classifiche di Eccellenza, Promozione e Prima Categoria