Crea sito

Promozione – Acquedolci: Walter Nicosia “meritiamo assolutamete l’Eccellenza”

Acquedolci merita assolutamente l’Eccellenza, credo che, in un modo o nell’altro, anche noi il prossimo anno saremo ai nastri di partenza della massima divisione regionale. Una distinzione a mio avviso non sottile per come si è evoluto il campionato, la nostra squadra non ha potuto giocarsi la conquista del primo posto distante appena tre punti e con lo scontro diretto da giocare, meritiamo pienamente la promozione. Mi auguro che prevalga il buon senso.  Ci saranno promozioni d’ufficio, ma nessuna squadra può ritenersi vincitrice di un torneo, per meritocrazia andrebbero promosse indubbiamente le prime due.  Questa società vuole portare avanti il progetto ma i soci lo faranno solo in caso di avvenuta eccellenza.

Questa la sintesi dell’intervista al segretario dell’Asd Acquedolci in queste ore di attesa per capire cosa fare nel prossimo immediato futuro

Walter Nicosia: Acquedolci merita assolutamente l’Eccellenza, credo che, in un modo o nell’altro, anche noi il prossimo anno saremo ai nastri di partenza della massima divisione regionale.  Se così non dovesse essere, si stratterebbe di una beffa clamorosa che ci porterebbe a non credere nel merito o demerito sportivo. L’ASD Acquedolci dovrebbe essere ammessa all’ Eccellenza di diritto e non dovendo aspettare la lunga trafila dei ripescaggi. Una distinzione a mio avviso non sottile per come si è evoluto il campionato, la nostra squadra non ha potuto giocarsi la conquista del primo posto distante appena tre punti e con lo scontro diretto da giocare, meritiamo pienamente la promozione. Si tenga conto, come abbiamo spiegato ai dirigenti della LND, che la nostra società ha rispettato le regole fino in fondo, ha la terza migliore media punti delle 64 squadre di promozione e va sicuramente premiata per questo.

Walter Nicosia (primo da Sx)

Al contrario si deve procedere, secondo il mio parere, alle retrocessioni di quelle squadre che non avevano più speranza di salvarsi o che scendevano in campo solo per onor di firma. Mi auguro che prevalga il buon senso.  Ci saranno promozioni d’ufficio, ma nessuna squadra può ritenersi vincitrice di un torneo, per meritocrazia andrebbero promosse indubbiamente le prime due.

Questa società, continua Nicosia,  vuole portare avanti il progetto ma i soci lo faranno solo in caso di avvenuta eccellenza. Abbiamo dimostrato sul campo il nostro valore e non abbiamo intenzione di militare un altro anno nel campionato di promozione, può sembrare una posizione presuntuosa ma non lo è in quanto una promozione ci darebbe la possibilità di far entrare in società almeno altri sette soci e per noi tutto ciò è vitale data la scarsità di risorse che ogni società si troverà di fronte. Dimentichiamoci le sponsorizzazioni e sopratutto gli ingaggi degli anni passati,quest’anno per il nostro calcio dovrà essere l’anno zero, si dovrà tornare nuovamente a far calcio dilettantistico nel vero senso della parola. Nessuno può più permettersi di dare stipendi fissi a giocatori o di sperperare denaro”.