Crea sito

Promozione * Acquedolci vs Santagiolese, vincono i padroni di casa. Primo verdetto della stagione?

Al triplice fischio del direttore di gara, che ha decretato la fine di Acquedolci-Santagiolese è forse arrivato il primo verdetto del torneo di Promozione. E quasi ufficiale che i play off al termine della stagione regolare, non verranno disputati. Colpa di una squadra quella di Pippo Perdicucci che con l’affermazione conquistata contro di Andrea Ioppolo porta a 12 il margine di vantaggio in classifica, mettendola nelle condizioni di togliersi (probabilmente nella peggiore delle ipotesi) il pensiero di non dover affrontare lo spareggio contro l’avversaria del proprio girone.

Adesso la testa di tutto il clan acquedolcese sarà esclusivamente rivolta a quello di andare all’assalto della vetta dell’Igea. I tre punti da recuperare sulla formazione di Peppe Furnari e lo scontro-diretto in programma a Barcellona il prossimo 22 Marzo, mettono i biancoverdi nella condizione di  dover tentare obbligatoriamente l’impresa di espugnare il campo della capolista. Al tempo stesso il vantaggio rispetto alla scorsa stagione (nel duello perso con la Cefaledhium), è che la banda abbia acquisito un’ autostima e consapevolezza maggiore oltre ad una buona dose di esperienza soprattutto nel reggere le pressioni di un torneo di vertice in Promozione. Nella vittoria di oggi conquistata con la Santagiolese, non è arrivata la rete o la giocata risolutoria degli elementi di maggior spicco del mosaico di Perdicucci.

Ma di uno che di mestiere non è un bomber ma si è tolto lo sfizio di punire la sua ex squadra con una doppietta. L’uno-due di Marco Crasci (in entrambi i casi su calcio di rigore), ha infatti coperto i numerosi errori sottoporta cui sono capitati il trio magico acquedolcese (Carrello-Calabrese-Iuculano) e ha permesso di mettere il primo importante tassello sulla stagione biancoverde. In casa Santagiolese, la sensazione è che abbia retto il confronto con gli acquedolcesi. A mancare però è stata la pochezza offensiva sottoporta ed anche un pizzico di fortuna.

Se la conclusione di Tommaso Musarra trovava in Caserta il portiere che gli negava la gioia di bagnare l’esordio assoluto in Promozione con una rete, Marco La Torre (che aveva preso il posto in campo dello juniores umbertino), intorno alla mezz’ora ha avuto la possibilità di riaprire il match e creare un po’ di pathos al match. Peccato però che l’ex Orlandina si faceva parare il penalty dall’estremo difensore acquedolcese in quella che, nei minuti finali poteva trasformarsi in una sfida al cardiopalma. Al di là della sconfitta, la banda di Andrea Ioppolo merita comunque applausi.

Perché ha fatto il massimo in base alla qualità della rosa portando la Santagiolese ad un terzo posto insperato ad inizio stagione a sei giornate dalla fine del campionato. Nell’ipotesi che venga il “podio o la medaglia di bronzo” (per usare un eufemismo), l’impressione è che a Sant’Angelo si sia compiuto l’ennesimo miracolo da quando la formazione biancazzurri milita nella serie B Dilettanti.