PrimAmara – L’allenatore Salvo Conti, lascia la panchina della Sfarandina, dopo 16 anni

“Oggi sono triste, ma orgoglioso di poter dire a mio figlio che non sono stato a guardare il disastro ma ho provato a costruire qualcosa, orgoglioso di capire che è il momento di mettersi da parte per fare spazio spero a chi offre oggi maggiori garanzie a questa società.

Allo stesso tempo esorto I dirigenti a non disperdere il materiale umano di inestimabile valore che personalmente ho costruito. Da calciatore ho sempre giocato con questa squadra e insieme ai miei compagni dalla terza categoria siamo arrivati in promozione.

Da allenatore ho fatto tutta la trafila dal settore giovanile alla prima squadra grazie all’intuito dei presidenti, il compianto Calogero Pruiti e Vincenzo Raineri che hanno avuto il coraggio di affidarmi questo ruolo nel momento più delicato della storia della Sfarandina  retrocessione dalla promozione e cessione dei calciatori più importanti).

Ho messo tanta passione e professionalità. Insieme ai dirigenti e ai calciatori che si sono alternati abbiamo creato una realtà che ci viene invidiata.

Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno condiviso con me questa lunga avventura ed in particolare Tony Manera e il dottore Giuseppe Pruiti per l’aiuto che mi hanno dato in ogni situazione, ed i miei collaboratori Nino Fazio e Sarino Armeli per avermi dato dei buoni consigli rispettando sempre le mie scelte.

Un ringraziamento particolare va all’attuale presidente Nino Manitta per le sue grandi doti umane che dimostra ogni giorno nei confronti dei ragazzi. Un elogio va fatto ai nostri tifosi tra i più numerosi e appassionati del calcio dilettantistico, davvero straordinari.

Sicuro di poter ancora dare il mio piccolo contributo a questa società in un altra veste. La Sfarandina resterà per sempre nel mio cuore

Il Mister Salvo Conti

Precedente Basket - Festa rinviata per la Costa d'Orlando, Nardò vince 62-68 Successivo Promozione - Il Sinagra riparte dai gioielli di famiglia