Prima Categoria – La Santangiolese fa domanda di ripescaggio

La Santangiolese rompe un lungo silenzio ed è pronta a programmare la nuova stagione. Dopo la disfatta non preventivata della scorsa annata, la dirigenza ha riflettuto a lungo sui prossimi passi da compiere e la prima notizia ufficiale e quella che la società ha chiesto il ripescaggio nel campionato di promozione.

La sconfitta nel playout dello scorso aprile, fra le mura amiche contro l’Atletico Messina, ha decretato la retrocessione della squadra dopo undici anni ininterrotti trascorsi da protagonista nel campionato di Promozione. Una situazione che ha lasciato una ferita profonda, viziata da un mero errore burocratico pagato a caro prezzo da tutto il popolo biancoazzurro.

Nino Palmeri

La società in tutte le sue componenti, ci spiega telefonicamente il presidente Nino Palmeri, “chiede scusa ai propri tifosi e a coloro che hanno a cuore le sorti di questo club, annunciando però di aver avviato il lavoro per la prossima stagione attraverso costanti riunioni all’interno del direttivo”.

La Santangiolese, continua Palmeri, “ha già intrapreso i primi contatti con la Lega per fare domanda di ripescaggio, in Promozione. Un obiettivo dovuto a questi ragazzi, alla loro passione, ai loro sacrifici e ai loro sforzi messi in campo nell’ultima annata”.

Sul fronte tecnico dopo sette anni, ininterrotti, non ci sarà più l’allenatore sinagrese Andrea Ioppolo che siederà sulla panchina della Nuova Rinascita Patti.

Come sempre, conclude, il massimo dirigente biancoazzurro, “si ringrazia l’Amministrazione Comunale per la costante vicinanza alle esigenze della società. Nei prossimi giorni, infine, scrivono in una nota i dirigenti della Santangiolese, verrà comunicata una prima importante novità per l’organico della stagione 2024/25”.