Crea sito

L’Acquedolci concede il bis. Secondo successo consecutivo, il primo al Fresina

Acquedolci                 2          Acicatena                   1

Marcatori: 18’ pt De Gregorio, 23 st Carrello, 33’ st Platania.

Acquedolci: Paterniti 7, Crascì 7, Collura E. 6.5, Nellar 6.5, Shpellzay 6, Cardella 6, Carrello 7,5 (27’ st Di Pietro 6), Bognanni 6.5 (1’ st Scaffidi 6.5), De Gregorio 7,5 (1’ st Truglio 6.5), Todaro 6 (23’ st Parafioriti 6.5), Genovese 7 (38’ st Traviglia sv). All. Perdicucci

Acicatena: Fiduccia 6.5, Spampinato 6, Bella 6 (23’ st Platania 7), Genovese 6 (17’ st Castelli 6), Tornatore 6.5, Messina 6, Catania 6.5, Sangiorgio 6.5, Belluso 7, D’Emanuele 6, Licata 6. All. Migneco

Arbitro: Naselli di Catania 6.5

Note: Espulso al 45’ del primo tempo Shpellzay per doppia ammonizione

Sant’Agata Militello: Sul neutro santagatese, stavolta l’Asd Acquedolci vince, convince e conferma, dopo l’exploit di Siracusa, che pur matricola di questo campionato dirà la sua in questa stagione agonistica. Ieri sul   sintetico del Fresina, il tecnico Pippo Perdicucci, ha recuperato Carrello, ma non Russo che ha guardato la partita dalle tribune. Pur con un avversario ostico ed esperto qual’è l’Acitena, i biancoverdi hanno disputato un ottimo primo tempo con tante occasioni da rete costruite e poi intorno al 20’ con la zampata vincente di De Gregorio.

Nella ripresa arriva il raddoppio con il solito Carrello, prima rete di questa stagione in campionato e nel finale c’è la rete ospite che accorciano ma non riescono a pareggiare. La cronaca inizia la 6’ con Belluso che si butta in area ma il fischietto catanese (strana la designazione dell’arbitrò ndr) non ci casca. Al 12’ Carrello e de Gregorio cercano di inserirsi ma la difesa ospite è attenta. Al 13′ Catania cerca il colpaccio su pallonetto, difesa locale ferma e pallone fortunatamente fuori. Al 17′ Belluso calcia rasoterra e Paterniti para. Al 18′ si sblocca la gara con il goal messo a segno da De Gregorio su passaggio perfetto di Carrello in area dischetto rigore. Al 21′ Carrello si fa trequarti di campo e calcia a fior di palo, difesa dell’Acicatena che rimane   imbambolata. Al 26′ punizione dei ragazzi di Migneco pronta risposta di Paterniti. Passano solo 2’ ed ha provarci con un pallonetto è Genovese, sfera fuori, ma era anche in fuorigioco. Al 31′ punizione di Genovese e palla che sfiora la traversa. Al 34′ Bognanni fa da sponda per Genovese, tiro di quest’ultimo che ancora una volta sfiora i legni della porta di Fiducia. Al minuto 45 viene espulso Shpellzay (doppio giallo), decisione esagerata per un intervento in recupero e non da ultimo uomo.

Nella ripresa, in inferiorità numerica, Perdicucci è costretto a cambiare tattica è butta nella mischia gente fresca. Al 4’ gli applausi sono per la gran parata di Paterniti a terra su tiro insidioso di Belluso. Passa un 1’ e sul fronte opposto si gira bene in area Carrello, ma il suo tiro viene intercettato dalla difesa dell’Acicatena. Al 13′ gran passaggio di Parafioriti per il buon Paolo Genovese che sotto porta non aggancia. Al 23’ arriva il raddoppio con un pregevole passaggio di Truglio per i piedi di Carrello che a centro area, piazza alle spalle di Fiducia. Gli ospiti, non ci stanno e nel finale, accorciano con una gran giocata di Platania, complice una incertezza della difesa di casa. In zona Cesarini un gran tiro di Truglio dal limite, sembra dentro, ma sfiora solo il palo dell’estremo difensore catanese.