Crea sito

Eccellenza – L’Acquedolci si illude con Genovese. Gli errori poi la mandano al tappeto

Acquedolci     1          Atletico Catania        2

Marcatori: 25’ pt Genovese, 28’ e 39 st Pavisich

Acquedolci: Paterniti 6, Russo 6.5, Scaffidi 6.5 (40’ st Traviglia sv), Bognanni 6.5 (20’ st Di Pietro), Naro 4 (20’ st Occhiuto 4), Crascì 6, Carrello 6.5, Truglio 5.5 (33’ st De Gregorio 5.5) Genovese 7, Nellar 5.5, Cardella 6.5 (33’ st Alessandro 6). All. Perdicucci

Atletico Catania: Caruso 6, Cannone 6.5, Di Bella 6.5, Spampinato 6.5, Aleo 6, Ilama 6.5, Calì 6.5, Samperi 6.5, Pavisich 7.5, Di Maggio 6, Mascara 6.5.

Arbitro: Mattace Raso di Messina 6.5

Sant’Agata Militello: Purtroppo la prima sul sintetico del Biagio Fresina, non è andata bene per i neo arrivati dell’Acquedolci nel torneo di Eccellenza. I biancoverdi, del neo presidente Natoli, pur giocando benissimo e passando in vantaggio, si fanno raggiungere con due reti, regalate dai difensori di casa, agli avversari e nel finale sono anche sfortunati in quanto su rigore colpiscono il palo.  Certamente ci sarà di riflettere e correggere qualcosa, dato che pur giocando bene, sia in coppa, nelle due gare contro L’Igea 1946, sia ieri nella prima di campionato, si sono evidenziati troppo errori di singoli giocatori, che ovviamente poi si tramutano in sconfitte.

Per la cronaca, l’Acquedolci, parte bene, alla ricerca della rete e dopo un paio di tentativi la trova al 25’ con Genovese, che aggancia e mette in rete su una bella azione costruita da Carrello che passa la sfera all’indietro per il tiro del goal. Al 30’ ci starebbe un rigore netto per un fallo su Carrello, ma il fischietto messinese decide diversamente. Al 35’ ritenta per il raddoppio Genovese, ma la sfera finisce fuori.  Al 42’ su perfetto corner di Genovese, calcia Russo da buona posizione ma il pallone finisce fuori misura. Gli ospiti ben messi in campo in chiusura della prima frazione di gioco, ci provano su azione da corner, ma non sono precisi sotto porta.

Nella ripresa, nei primi minuti di gioco, direttamente su corner Genovese colpisce il palo. Lo stesso giocatore subito dopo, serve un buon pallone a Nini Carrello, che calcia bene ma non inquadra la porta. Al 28’ il primo “patatrac” casalingo con Naro che appoggia troppo debolmente la palla all’indietro verso il proprio portiere per l’inserimento di Pavisich che mette tranquillamente in rete. Doccia fredda per i locali che cercano di riagguantare la gara, non riuscendoci. Al 39’ altro errore in fase difensiva, su lancio di Ilama, con Occhiuto che sbaglia il suo inserimento, ed ancora una volta l’attaccante argentino ospite che piazza la palla in rete. Nei minuti di recupero, al 50’ Carrello tira bene, palla sulla traversa, sulla respinta in sforbiciata cerca il goal De Gregorio e un difensore catanese, tocca con mano. Rigore concesso, dall’arbitro, calcia Crascì e la palla finisce sul palo con Di Pietro che riprende la sfera e tira alto. Troppa sfortuna per la prima dell’Acquedolci nel torneo di Eccellenza.