Eccellenza – Il Sant’Agata non chiude la gara ed il Castelbuno beffa al ’95

Città di S.Agata    1                   Castelbuono    1

Marcatori: 37′ Cicirello, 90’+5 Chiappara

Città di S.Agata: Ingrassia, Scaffidi, Zingales, Conti (58′ Saverino),Bontempo, Miceli, Genovese, Costa, Cicirello (84′ Khoris), Giannattasio (83′ Scolaro),Biondo (88′ Napolitano). All. Venuto
Castelbuono: Cascione, Calvaruso, Di Giovanni (46′ Chiappara),Duro, Acquaviva, Sciarabba, Giovenco, Iuculano, Carioto (95’+2 Viscuso), Di Franco (Priolo), Cefali. All. Chinnici
Arbitro: Matteo Ceresini (Lodi)
Assistenti: Francesco Davide Bonaccorso (Catania) e Federico Severino (Catania)
Note: Espulsi: Giovenco. Ammoniti: Costa, Di Giovanni, Acquaviva,   Angoli: 7 -1 per il Sant’Agata

Gliaca di Piraino  – Quando le partite non si chiudono, molto spesso accade che gli avversari in una delle rare sortite offensive, ti puniscono. È quanto accaduto al Sant’Agata oggi pomeriggio, che al Vasi di Gliaca di Piraino dopo aver giocato un grande primo tempo, ed aver fallito un calcio di rigore, nella ripresa al 95′ è stato raggiunto del Castelbuono. Una vera beffa per l’undici di Venuto, che già pregustava il primo successo stagionale.

D’altra parte il calcio è questo, si tratta di una regola non scritta da nessuna parte, ma sempre in vigore. Un debutto quindi all’agrodolce per la squadra del Presidente Paratore, che da questo mezzo passo falso, deve fare tesoro.

Passando alla cronaca, il primo tempo è tutta di marca biancoazzurra. Al minuto 11, veloce scambio Cicirello –  Biondo con il diagonale di quest’ultimo che fa la barba al palo. Cinque minuti più tardi Biondo trova Genovese sul secondo palo, il tiro non inquadra la porta. Al 20′ Genovese conquista un fallo sul lato corto dell’area, la punizione di Zingales viene rimpallata. In campo c’è una squadra sola, i biancoazzurri giocano bene e al 26′ è provvidenziale il salvataggio sulla linea di Sciarabba su conclusione di Costa.

rigore calcitato ma non realizzato da Biondo

A cavallo tra il 30′ e 31′ i padroni di casa si fanno ancora minacciosi dalle parti di Cascione con Genovese e Biondo, in ambo i casi si salva la retroguardia ospite. La stessa però nulla può al 37′, quando su angolo di Giannattasio, Cicirello va più in alto di tutti e di testa insacca sotto la traversa. Al 41′ Biondo sotto gli occhi del direttore di gara viene strattonato in area, Ceresini della sezione di Lodi fa continuare. Nel corso del minuto di recupero concesso, ci prova Genovese, il tiro sorvola di poco la traversa. Nella riprese il Castelbuono si fa più intraprendente ed al 48′ Cefali impegna Ingrassia in una parata a terra. Il Sant’Agata risponde tre minuti dopo con un colpo di testa di Miceli che finisce alto di poco.

I biancoazzurri al 61′ hanno la ghiotta opportunità di mettere una seria ipoteca sul match sul match, ma Biondo dopo esserselo procurato fallisce un calcio di rigore. La squadra di Venuto, giustamente, non è brillante come nel primo tempo e nel corso del minuto 81 i palermitani gridano al gol, che però gli viene vietato da uno strepitoso intervento di Ingrassia. Quando i tre punti sembrano cosa fatta al 95′ in mischia Chiappara di testa trova la rete del definitivo 1-1, che lascia al Sant’Agata molti rimpianti e consente al Castelbuono di tornare a casa con un punto che sembrava insperato.

Angelo Giallombardo

Precedente Promozione - Acquedolci  da urlo. Gioiosa arrabbiato! Successivo Prima Categoria - L'Umbertina riparte con Piero Mancuso in panchina